Stampa

Malvasia di Sardegna

Malvasia di Sardegna

Per il Malvasia di Sardegna si deve far riferimento alla famiglia delle Malvasie, un gruppo di vitigni spesso non parenti ma dalle caratteristiche molto simili, accomunati dalla originale importazione avvenuta nel Medioevo dalla Grecia principalmente e inizialmente verso il porto di Venezia e poi diffusasi in tutta la penisola con peculiarità adattate ai vari territori che hanno dato luogo alla differenziazione tra i vari vitigni Malvasia spesso accompagnati nel nome dal toponimo dell'area di coltivazione. Le caratteristiche comuni sono in genere i colori dorato carico e le elevate dosi zuccherine, che ne fanno dei vini dolci e alcolici spesso di buon pregio.

Il Malvasia di Sardegna venne importato probabilmente proprio nel periodo alto-medioevale, probabilmente in epoca bizantina, inizialmente nei porti di Bosa e Karalis e di Bosa, nell'attuale provincia di Cagliari dove è ancora più diffuso rispetto alle altre aree dell'isola. Viene coltivato in particolare nell'area collinare della Planargia che vede Bosa al centro, e nel Campidano cagliaritano, lungo le rive del fiume Temo. L'origine greca del vitigno Malvasia viene confermata dalla voce dialettale con cui esso viene indicato nel Nuorese Alvaréga, cioè bianca greca. Nelle due aree con diversi terroir la Malvasia vinificata produce delle risposte differenti, tanto che si inizia a parlare di due sottotipi di Malvasia di Sardegna, quello Campidano e quello di Bosa, per altro distinti anche nella vinificazione. In generale la Malvasia si presenta con grandi grappoli, cilindrici, poco alati. Anche le bacche sono generalmente di grandi dimensioni, poco pruinose con bei colori dorati. La maturazione è medio-tardiva, con buone rese costanti e buona resistenza alle avversità.  Esiste una netta differenza tra il vino Malvasia ottenuto nel Campidano e quello ottenuto a Bosa, e non è non del tutto imputabile alle diverse condizioni pedoclimatiche. Questo confermerebbe l'esistenza di due diversi cloni di un'unica varietà giunti in Sardegna nelle due differenti zone. La Malvasia di Sardegna è una delle Malvasie aromatiche.

l vitigno Malvasia di Sardegna dà un vino di colore giallo dorato molto carico se invecchiato. Al palato è asciutto, caldo e con finale di bocca amarognolo.